Fu cos che al bosco andai
Ch un fuoco in capo mi sentivo
Un ramo di nocciolo io tagliai
Ed una bacca appesi al filo
Bianche falene vennero volando
E poi le stelle luccicando
La bacca nella corrente lanciai
E pescai una piccola trota d'argento

Quando a terra l'ebbi posata
Per ravvivare il fuoco assopito
Qualcosa si mosse all'improvviso
E col mio nome mi chiam
Una fanciulla era divenuta
Fiori di melo nei capelli
Per nome mi chiam e svan
Nello splendore dell'aria

Sono invecchiato vagabondando
Per vallate e per colline
Ma sapr alla fine dove e'andata
La bacer e la prender per mano
Cammineremo tra l'erba variegata
Sino alla fine dei tempi coglieremo
Le mele d'argento della luna
Le mele d'oro del sole
Correct  |  Mail  |  Print  |  Vote

La Canzone Di Aengus, Il Vagabondo Lyrics

Angelo Branduardi – La Canzone Di Aengus, Il Vagabondo Lyrics