Mia MartiniStelle Di Stelle

io sperai di esser tre quelli che camminano le vie ribelli stelle di stelle sudici eroi quei cialtroni degli artisti scopatori pederasti tristi incantatori aquilonisti egoisti quelli che qualcuno cresce al riparo dalla realt? fuori dai guai senza un'et? soli quelli che son tutto e niente che non vivono mai veramente ma neanche poi muoiono mai io in che parole fuggir? polvere e sere corse via dentro il bicchiere clessidra che butto gi? come un timbro dolce agro si stacc? da quel suo corpo magro e un fumo blu l'accarezz? nelle pieghe delle mani sciolse il tempo con monotonia sempre cos? fu questa mia storia spinse tutto il fiato in gola e una lunga ruvida parola e il mondo l? senza di noi anche le stelle bruciate lass? dal palco scesero a popolare i sogni della gente si spense il viso il suo sorriso e la voce (Grazie a andygarcja per questo testo)
Lyricsfreak.com © 2019