Porte che sbattono
Nel corridoio vuoto
I vicini si lamentano per
Il silenzio che c’è

Ci sono scritte sui muri
Tutte lasciate a metà
Gli interrogati che non parlano
Qualcuno giudicherà

Ed ho volato sopra oceani d’asfalto
Navigato per mari di pianto
Basta una cella, un cielo e un uomo di merda per
Rappresentare il mondo

E ti conviene andare avanti da sola
E non con chi alle spalle ride e poi ti consola
Giustifichiamo il Male ancora convinti che
Arriverà il momento

Porte che sbattono
In questo Mondo Vuoto
I vicini si lamentano per
Il silenzio che c’è

Ci sono scritte sui muri
Tutte lasciate a metà
Gli interrogati che non parlano
Qualcuno giudicherà

Ed ho volato sopra oceani d’asfalto
Navigato per mari di pianto
Basta una cella, un cielo e un uomo di merda per
Rappresentare il mondo

E ti conviene andare avanti da sola
E non con chi alle spalle ride e poi ti consola
Giustifichiamo il Male ancora convinti che
Arriverà il momento
Correct  |  Mail  |  Print  |  Vote

Fine Della Fiera Lyrics

I Pixel – Fine Della Fiera Lyrics